Laboratorio Nel Fantastico Mondo di Birut

Un mondo incontaminato, tutto da esplorare, in cui realtà e fantasia, paure e sogni si fondono tra loro. I protagonisti dei venerdì di Birut saranno i bambini che attraverso l’uso di rituali ed amici immaginari faranno un salto nel tempo. Il tempo della narrazione, delle favole e dei protagonisti che le animano. I bambini una volta entrati a far parte del nuovo spazio fiabesco dovranno salvare personaggi in pericolo, sconfiggere i cattivi, trovare tesori nascosti, interpretare dei ruoli, costruire castelli e case di carta, avventurarsi in strade e percorsi talvolta ostili, tutto questo con l’uso della fantasia e della creatività, di personaggi e oggetti simbolici e di una musica che aiuterà gli esploratori del Fantastico Mondo Di a scandire il loro tempo nel nuovo mondo del fantastico.

All’interno degli incontri i bambini potranno giocare e divertirsi insieme ai personaggi delle favole, lo scopo è anche quello di farli sentire protagonisti e parte attiva nel salvataggio delle loro favole preferite, entreranno nei ruoli degli acchiappa fiabe attraverso l’esplorazione attiva di oggetti, attraverso il rituale della giostra, della musica e dei fantasmi buoni che aiuteranno loro ad entrare nell’universo fatto di colori, atmosfere ed ambientazioni differenti dalla realtà.

L’esplorazione del racconto avverrà attraverso la narrazione, il movimento, la drammatizzazione e la manipolazione. I bambini sperimenteranno sia fisicamente che mentalmente degli spazi inesplorati e privi di confini, così come è illimitata la fantasia dell’essere umano. Le attività ovviamente saranno dinamiche ed eterogenee, in linea con la fascia d’età dei bambini. I più grandi (6-10) anni potranno grazie al loro bagaglio esperienziale, spianare la strada ai più piccoli, a quest’età si possono costruire burattini, mappe, percorsi e itinerari da far seguire, si può costituire una piccola sceneggiatura ed interpretare dei ruoli più strutturati. I bambini più piccoli (3-5 anni) possono insegnare ai più grandi che la fantasia non ha limiti, che un fantasma può tenerti per mano e accompagnarti a scuola ed uno gnomo può restare intrappolato su una roccia di ghiaccio. Dal punto di vista pratico i bambini più piccoli toccheranno con mano materiali di lavoro mai utilizzati prima, potranno sfogliare le pagine di una storia mai ascoltata, e insieme ai più grandi rivestire il ruolo degli acchiappa e salva favole e iniziare a dare un nome alle proprie emozioni.

OBIETTIVI:

Immaginazione e fantasia: Attraverso la favola, la manipolazione e il movimento si può stimolare la fantasia del bambino, facendolo entrare in un ambiente inesplorato, all’interno del quale può utilizzare a suo piacimento, idee, colori e gesti frutto della sua personale creatività.

Avvicinarli al piacere della narrazione e della diversità: attraverso i giri di una giostra, della musica e dei fantasmi buoni, si scoprono nuove favole, attraverso le fiabe si entra in contatto anche con aspetti di se sconosciuti o ancora da esplorare, paure, desideri e differenze tra pari. Queste diversità personali, trasformate in gioco saranno di aiuto e faciliteranno il confronto tra coetanei all’interno del gruppo.

Costruzione di uno spazio immaginario: i bambini diventeranno nel corso del tempo e degli incontri, sempre più abili nell’inventare storie, personaggi ed idee a cui poter attingere in futuro. Si vuole arrivare alla costruzione di uno spazio immaginario, imparare ad entrare in empatia con chi è diverso da se, a rivestire ruoli differenti a seconda dei bisogni del momento, ad entrare ed uscir facilmente dai ruoli rivestiti. La fantasia non è distaccata dalla realtà, ma può aiutare i più piccoli a trovare delle risorse in più e a decodificare più facilmente le proprie emozioni.

  • Quando? Venerdì dalle 16.15 alle 19.00
  • Quanto costa? 8 euro
  • Per bambini: dai 3 agli 11 anni